homerecording

Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Cosa determina la qualità di un mix?

Cosa determina la qualità di un mix? 10/03/2019 17:19 #1

  • Marco
  • ( Utente )
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 1
Ciao a tutti, mi sto accingendo a ristrutturare il mio home studio e acquistare materiali di una qualità migliore di quella attuale. Come scheda audio ho optato per la Apollo 8 della UAD, ho necessità di non più di 6 ingressi ma di avere qualità del suono ad un certo livello. Monitor Dynaudio BM5 MKIII (la stanza è trattata ma piccola). Il dubbio su cui vorrei porre l'attenzione è relativo al mixing finale. Avere una scheda top di gamma è indispensabile se si registra da esterno. Ottimi convertitori e ottimi pre garantisco un risultato eccellente in ripresa. Gli stessi convertitori garantiscono anche un ascolto ottimale sui monitor. Ma se si lavora completamente in the box, nel senso che non si fanno riprese ma si adoperano solo virtual instruments, non è la scheda che determina il suono finale del mix ma il motore audio del computer (infatti se si stacca la scheda il mix in cuffia lo si può fare lo stesso). In definitiva, si ascolta il suono convertito in alta qualità verso i monitor ma poi, di fatto, il mix chiuso che si ottiene non sfrutta affatto la qualità audio di quei convertitori. Sarebbe forse più audace ma corretto attaccare i monitor all’uscita audio del computer per avere un'idea molto più realistica di ciò che si sta ottenendo. Mi sto perdendo qualche pezzo? Oppure: se si dispone di un PC da 300 euro (io per fortuna ho un MacBook Pro 2015 al massimo del potenziale) che ha un motore audio schifoso o che non può trattare il suono oltre i 44,1Khz - 16Bit avere una UAD servirebbe a poco, se non per le riprese (se si fanno) e. come già detto, per gli ascolti. In ogni caso non sarà quest'ultima a determinare il suono del mix in bounce da Logic o da qualunque altro sequencer.
Ragiono storto? Qualcosa non mi convince del tutto.
Se mi illuminate ve ne sarò grato. Marco.

Re: Cosa determina la qualità di un mix? 11/03/2019 18:21 #2

  • Andrea
  • ( Moderatore )
  • Offline
  • Amministratore
  • Messaggi: 693
Ciao,
purtroppo non ho tempo per risponderti più in dettaglio, ma partendo dalla domanda in topic, a mio parere, dato per scontato un setup accettabile, la differenza più grande la fa l'esperienza: provare, sbagliare, riprovare, risbagliare, nel tempo, fino a che non si cominciano a ottenere risultati che ci paiono discreti e via via migliori.
Almeno io la vedo così.
Il forum di Homerecording.it è un contesto di discussione e scambio di esperienze, non un servizio di assistenza.
Se chiedi aiuto, dimostra anche di essere disposto a darlo agli altri, partecipando attivamente alla vita del forum stesso.
  • Pagina:
  • 1
Tempo generazione pagina: 0.34 secondi