homerecording

La scheda audio

E-mail

La scheda audio (o interfaccia audio se esterna) è, fondamentalmente, il componente hardware che dal punto di vista sonoro collega il computer con il mondo esterno: in pratica, ciò che permette di registrare suoni, così come di emetterne.
La scheda audio può acquisire suoni attraverso appositi ingressi (inputs): il suo convertitore A/D (analogico digitale) trasforma il segnale analogico in ingresso in dati digitali utilizzabili dal computer; l'informazione digitale è poi nuovamente trasformata in segnale elettrico tramite un convertitore D/A, per essere mandata attraverso le uscite (outputs) verso il sistema di ascolto (casse acustiche, cuffie...).
Chiaramente, molte schede audio possono anche acquisire e inviare audio direttamente in digitale, tramite specifici input/output (I/O).
Semplificando un po', possiamo dividere le schede audio in tre categorie:

  • schede audio integrate: i chip audio integrati delle schede madri attuali, sono sicuramente migliori di quelli di alcuni anni fa, e tutto sommato suonano discretamente. Al di là di alcuni limiti tecnici (comunque presenti), il problema principale di queste soluzioni sta nella mancanza di ingressi e uscite di un livello qualitativo adeguato per la produzione musicale: il loro uso in questo senso, è dunque sconsigliabile
  • interfacce audio USB e FireWire: molti prodotti in commercio, sia di livello amatoriale che professionale, utilizzano questo tipo di connessioni. Le interfacce audio USB o FireWire (400 o 800) sono esterne (dotate di un proprio case) e quindi di facile portabilità
  • schede audio PCI e PCIe: queste schede si connettono alla scheda madre tramite le porte PCI o PCI Express, rimandendo quindi all'interno del case del computer: sono in genere dotate di un apposito collegamento (cavo breakout) verso i connettori I/O o verso una unità di controllo esterna (breakout box o rack)

Caratteristiche della scheda audio

Quali sono le caratteristiche più importanti di una scheda audio?
Prima di rispondere a questa domanda, partiamo da un presupposto: non esiste la scheda audio perfetta.
Focusrire Saffire PRO 40Piuttosto, è importante cercare di capire quale, fra le schede sonore di qualità disponibili in commercio, sia migliore rispetto alle proprie esigenze: ciò che fa la differenza, è soprattutto l'utilizzo che si prevede di farne. Ad esempio, per certi generi musicali (produzioni basate esclusivamente su campioni/loops o strumenti virtuali, produzioni strettamente MIDI...) è chiaramente inutile disporre di un elevato numero di I/O; se invece ci sono esigenze di ripresa (voci, strumenti acustici ed elettrici), tipologia e numero degli ingressi diventano un aspetto fondamentale.
Vediamo dunque queste caratteristiche:

- I/O: come già detto, va valutato attentamente di quali e quanti ingressi e uscite si necessita. Premettendo una distinzione generale fra collegamenti analogici bilanciati (che eliminano eventuali problemi di interferenze e rumori sulla linea) e sbilanciati, vi sono diversi tipi di inputs e outputs:

  • ingressi microfonici: ingressi bilanciati dotati di preamplificatore microfonico (generalmente su connettore XLR/Cannon). Servono al collegamento di microfoni dinamici o a condensatore (per questi ultimi, è necessario sia presente anche l'alimentazione Phantom a +48 V).
    In molte schede audio recenti gli ingressi microfonici adottano connettori combo, che combinano XLR e jack TRS per accettare sia segnali microfonici che strumentali o a livello di linea.
  • ingressi strumentali (Hi-Z): basati in genere su connettori jack da 1/4 di pollice (TRS se bilanciati, TS se sbilanciati), sono input ad alta impedenza, per il collegamento di chitarre e bassi elettrici
  • ingressi a livello di linea: basati in genere su connettori jack da 1/4 di pollice (o, talvolta, connettori RCA), servono per il collegamento di tastiere, drum machine ecc...
  • uscite: le uscite possono essere bilanciate (migliori) o sbilanciate. Circa il loro numero, dipende dalle esigenze che si hanno: in molti casi, in un home studio, una coppia di uscite stereo è più che sufficiente
  • I/O digitali: molte schede recenti sono dotate di ingressi e uscite digitali (per la trasmissione in formato S/PDIF, ADAT, AES/EBU o altro)
  • I/O MIDI: basati su connettori di tipo DIN a 5 poli, servono per il collegamento di tastiere, controller o altre apparecchiature MIDI. Va detto che oggi molta strumentazione MIDI può essere collegata al computer anche tramite la porta USB

- frequenza di campionamento e risoluzione in bit: definiscono, nella pratica, l'accuratezza con cui una scheda è in grado di digitalizzare l'audio analogico (e di operare con quello digitale). Ormai la maggior parte dei modelli in commercio garantisce un campionamento fino a 96 kHz con una risoluzione di 24 bit: si tratta di un livello qualitativo più che sufficiente in ambito home recording (considerato che anche in studio di registrazione si lavora spesso a 48 kHz e 24 bit, poiché in genere non serve andare oltre).

- gamma dinamica: espressa in dB, specifica l'estensione dinamica della scheda. Più è elevato questo valore, più la scheda è capace di riprodurre fedelmente la dinamica del segnale: dai 100 dB in poi si tratta di buoni valori.

- driver: i driver sono dei software che permettono al computer (o meglio, al sistema operativo) di gestire un certo hardware; le schede audio di qualità sono generalmente fornite di driver ASIO (una particolare tipologia di driver adatti all'audio introdotta da Steinberg). In generale, informatevi sul buon funzionamento e la stabilità dei driver della scheda in questione per il sistema operativo che intendete usare (Windows nella specifica versione a 32 o 64 bit, o Mac OS): può sembrare strano, ma non è affatto raro incontrare problematiche di questo tipo anche su schede di un certo livello.

Scegliere una scheda audio

Digidesign MBox 2In commercio, ci sono molti prodotti di ottima qualità, e a questo punto dovrebbe risultare chiaro come la scelta dipenda soprattutto dall'utilizzo previsto. Dunque, informatevi bene sulle caratteristiche del modello in questione prima di acquistarlo, scegliete marche affidabili e conosciute, accertatevi della perfetta compatibilità con il vostro sistema ed eventualmente con i software musicali che intendete usare (ad esempio, il noto sequencer audio/MIDI Pro Tools funziona esclusivamente con hardware Digidesign o M-Audio).
Fra i produttori principali, troviamo:

  • Digidesign (Avid): marchio garanzia di qualità, offre una gamma di prodotti che spaziano dall'home recording a soluzioni professionali dal costo importante. Rimanendo dunque su prodotti home studio, potete prendere in considerazione la serie MBox 2, che comprende interfacce audio USB e FireWire; salendo di prezzo, troviamo la serie 003, più adatta per applicazioni semi-professionali o professionali. Sia le schede MBox 2 che quelle 003 sono compatibili con il software Pro Tools LE
  • Echo: la serie AudioFire comprende diverse interfacce FireWire; Echo ha in catalogo anche alcune schede PCI (Gina3G, Layla3G)
  • E-MU: interfacce USB (0202 USB 2.0, Tracker Pre USB 2.0, 0404 USB 2.0) e schede audio PCI e PCIe (0404, 1212M, 1616M)
  • Focusrite: l'interessante serie Saffire comprende interfacce USB (Saffire 6 USB) e FireWire (Saffire PRO 24, Saffire PRO 24 DSP, Saffire PRO 40, Liquid Saffire 56)
  • M-Audio (Avid): probabilmente il marchio più noto in ambito consumer e semi-professionale, l'americana M-Audio ha numerosissime proposte per interfacce USB (Fast Track, MobilePre, Fast Track Pro, Fast Track Ultra, Fast Track Ultra 8R), interfacce FireWire (FireWire Solo, ProFire 610, ProFire 2626, oltre a NRV10 e ProjectMix I/O che integrano mixer o superficie di controllo e interfaccia FireWire) e schede audio PCI (Audiophile 2496, Audiophile 192, Delta 44, Delta 66, Delta 1010LT e Delta 1010). In generale, tutto l'hardware M-Audio permette l'utilizzo del sequencer audio/MIDI Pro Tools M-Powered
  • MOTU: nella vasta (e in genere qualitativamente elevata) offerta dell'americana MOTU troviamo modelli USB (MicroBook, UltraLite-mk3 Hybrid anche FireWire), FireWire (8pre, 828mk3, Traveler-mk3, 896mk3), PCI e PCIe (2408mk3, 24i/o)
  • PreSonus: interfacce audio USB (AudioBox USB) e FireWire (Inspire, FireStudio Mobile, FireStudio Project, FireStudio Tube, FireStudio)
  • RME: la tedesca RME produce interfacce USB (Babyface, Fireface UC), FireWire (Fireface 400, Fireface 800) e diversi modelli PCI e PCIe
  • Roland: in passato commercializzato con il marchio EDIROL, il vasto catalogo Roland propone interfacce USB (UA-4FX CW, UA-25EX CW, UA-101 CW), FireWire (FA-66, FA-101), e interfacce/console della serie Sonar V-Studio (VS-20, VS-100, VS-700 in varie versioni) per il sequencer audio/MIDI Sonar
  • Steinberg: la casa madre di Cubase produce anche interfacce audio USB (CI1, CI2, CI2+) e FireWire (MR816 X e MR816 CSX) sviluppate in collaborazione con Yamaha (di cui Steinberg fa parte)
  • TC Electronic: l'apprezzato costruttore danese propone molte interfacce FireWire nella serie Konnekt (Desktop Konnekt 6, Konnekt 8, Konnekt 24D, Digital Konnekt x32, Studio Konnekt 48) oltre ai modelli Impact Twin e Konnekt Live pensati per una facile portabilità

Commenti 

 
#1 Massimo 23-12-2012 10:34
Buongiorno a tutti. Mi chiamo MAssimo e sono un neofita con tanta voglia di imparare.... Poichè questa passione, per forza di cose, deve rimanere un sacro hobby, non posso permettermi costose lezioni audiophile e tecnicistiche. Avrei delle domande... Posso? Bene, posseggo una sorgente digitale (P.C.) con la quale comando delle basi Karaoke (Karafun), entro in un mixer (behringer 1622fx), ed esco verso delle casse amplificate Mackie th 15 ed un sub artigianale. La voce, invece entra nel mixer ed esce, autonomamente utilizzando i due canale out del sub, verso l'amplificatore (lab gruppen 1600)... Bene, dopo questa pappardella d'informazioni, la mia domanda è: vorrei registrare qualche pezzo nel p.c. naturalmente sentendo la base e la voce anche in diretta.... Quale scheda audio esterna posso utilizzare? ehmmm.... Anche senza spendere moltissimo???? Grazie per le risposte. P.S. se ho sbagliato posto dove scrivere vi prego di scusarmi tantissimo.... Massimo
 
 
#2 Andrea 23-12-2012 11:01
Salve Massimo,
posta la stessa domanda nel forum, sezione hardware:
homerecording.it/.../...
 
 
#3 Nino 28-10-2013 18:16
articolo molto interessante e chiaro, grazie
 
 
#4 mattia2000 25-12-2013 21:33
ciao a tutti, sono alle primissime armi e ho bisogno di aiuto.
ho ricevuto in regalo un controller midi (reloop keypad) ma dopo i vari collegamenti e download non sento assolutamente nulla dal mio pc: cosa devo fare? devo installare una scheda audio?
grazie
 
 
#5 Andrea 26-12-2013 10:22
No, non è necessario che tu monti una nuova scheda audio per utilizzare il controller (tralasciando eventuali problemi di latenza). Il problema non dipende da quello, ad ogni modo ti consiglio di aprire una specifica discussione nel forum.
 
 
#6 Jacobo 09-02-2014 00:16
Ho mini, mini home studio a casa e adesso vorrei aggiornarlo un po. Uso Cubase 6 e la scheda M-Audio Track 400.
Ecco le mie domande
1. Comprando un mixer posso alzare la qualità del suono? 2. O meglio sostituire track 400 con una migliore tipo UR824 ?
3. Avendo una buona scheda audio, occorre anche avere un mixer, o quello in cubase è sufficiente? Grazie
 
 
#7 Andrea 10-02-2014 16:05
1) No, un mixer di per sé non alza la qualità del suono, poi dipende ovviamente dal mixer e dalla qualità dei suoi preamplificator i e convertitori A/D.
Ad ogni modo, non ha senso usare un mixer in ambito home studio se non si necessitano di tanti I/O.

2)Come sopra.
Un mixer ti serve se devi riprendere da molte sorgenti insieme. Aggiungerlo nella catenza senza necessità contribuirà solo a peggiorare la qualità del segnale, non a migliorarla.
 
 
#8 Seb 13-02-2014 09:56
Ciao a tutti, sto mettendo su un progetto acustico, voce e chitarra, qualche sovraincisione sia vocale che dello strumento. Vorrei avere una buona qualità ma non troppa, visto che si tratta volutamente di un progetto lo-fi. Quale scheda audio mi consigliate? Considerando che la chitarra è acustica e vorrei utilizzarla con un microfono davanti senza usare piezo o pick up. E quale programma hardware? E dato che ci siamo, :) , quale microfono? grazie a tutti
 
 
#9 Andrea 16-02-2014 10:37
Visto che le domande sono tante, ti invito ad aprire delle specifiche discussioni nel forum, e soprattutto a leggere le numerose discussioni che già ci sono su argomenti simili.
 
 
#10 Seb 17-02-2014 15:55
Grazie mille Andrea, ok. Scusami! ;)
 
 
#11 V.i.o 05-03-2014 11:42
Ciao a tutti.sono andrea e solo da poco ho acquistato una steinberg ur22, utilizzo ableton, premetto che che di recording, mastering non me ne intendo per niente, volevo sottoporvi il mio dilemma.in fase di ascolto in cuffia del mio live va tutto bene non ho nulla da dire, in fase di registrazione e successiva esportazione riascoltando la traccia senza scheda audio esterna ma con quella integrata la qualita non è più quella che sentivo appunto in cuffia(lo faccio per sentire se ho registrato in modo soddisfacente).Il collegamento e' USB è corretto, immagino ci sia proprio qualcosa che non so, appunto mi affido ai vostri consigli perché son proprio ignorante in materia.
Vi ringrazio in anticipo.
Andrea
 
 
#12 Andrea 06-03-2014 10:22
@Vio
Apri una specifica discussione nel forum al riguardo.
 
 
#13 Niccolò 26-01-2015 01:18
Ciao! Ho una scheda audio Presonus 22VSL con 2 ingressi strumentali a bassa impedenza. Cosa comporta rispetto ad un ingresso ad alta impedenza che hai citato te? C'e qualche modo per poter ottimizzare questo "difetto"? Grazie buon lavoro!
 
 
#14 Andrea 26-01-2015 10:24
Perché dovrebbero essere a bassa impedenza?
Gli ingressi strumentali sono per definizione ad alta impedenza.
 
 
#15 Niccolò 27-01-2015 12:43
PreSonus AudioBox 22VSL

Premettendo che con questa scheda audio mi trovo benissimo, ha zero latenza e molti effetti inclusi, nelle caratteristiche tecniche c'è scritto a bassa impedenza per gli strumenti. Magari ho capito male io, volevo giusto capire se questo comporta qualcosa. Grazie mille..
 
 
#16 Andrea 28-01-2015 10:55
No stai tranquillo, la tua interfaccia presenta un normale ingresso strumentale a impedenza più elevata.
 
 
#17 Trevor 28-02-2015 01:58
Ho una scheda audio Firestudio presoun, la scheda ha l'uscita firewire mentre sul computer dove vorrei collegarla non c'è .. ho solo ingressi usb.
Esistono adattatori fireware/usb ?
 
 
#18 Andrea 03-03-2015 09:43
Esistono, ma essendo 2 protocolli completamente diversi, dubito possano funzionare bene.
Non ci proverei nemmeno.
La cosa più semplice è comprare una scheda FireWire aggiuntiva, in base alle porte di cui è dotato il tuo computer (desktop o portatile che sia).
 
 
#19 Cristian89 03-09-2015 17:16
Ma i grandi mixer analogici, con ad esempio 24-32 ingressi, che scheda audio necessitano?
 
 
#20 Andrea 04-09-2015 09:33
Più che dal mixer dipende dall'uso che devi farne, live, studio ecc...
Se necessiti di tanti canali separati o meno.
Magari può essere più conveniente un mixer digitale a quel punto.
 
 
#21 Cristian89 04-09-2015 11:03
Ciao Andrea,
grazie per avermi risposto!
Guarda, su questo argomento avevo aperto una conversazione nel forum: un mio amico sta svendendo un mixer analogico della Mackie con 32 ingressi, mi chiedevo se mi conveniva prenderlo o meno. Il dubbio era la scheda audio da usare nel caso appunto lo prendessi perché se poi devo spendere per la scheda più del mixer, capisci che non mi conviene.
 
 
#22 Francesco991 21-03-2016 01:09
Ragazzi scusate..come molti anche io mi intendo poco di registrazioni in casa.. vi espongo i mie dubbi:
Ho un pc nuovo.. e vorrei comprare un Microfono a condensatore.. una scheda audio esterna.. cuffie ecc..
La domanda mia é: per registrare sono sufficienti questi 3 elementi? E la scheda audio dará effetto (anche magari solo 1po di eco) alla mia voce.. come potrebbe fare 1 mixer nei live? E se la risposta é negativa.. potreste dirmi cosa e come fare?
 
 
#23 Andrea 24-03-2016 11:38
Salve Francesco,
un computer, una scheda audio (con gli ingressi che servono in base alle sorgenti da registrare), delle casse monitor, delle cuffie, uno o più microfoni (di nuovo, in base a cosa si vuole registrare) sono certamente gli elementi base di un setup per l'home recording.

Per approfondire utilizza il forum.
 
 
#24 Giuseppe 87 13-09-2016 20:59
Salve a tutti,
io ho un microfono wireless della sennheiser (con centralina con uscita CANNON) che vorrei sfruttare per registrare su pc portatile delle registrazioni di discreta qualità.
Ho intuito essendo neofita dell'home recording che mi servirebbe un'interfaccia audio (USB è l'unica soluzione per il portatile)
Inizialmente ero indeciso tra la AUDIOGRAM6 o la AG06 della YAMAHA, ma spulciando un po ho trovato le MKII della STEINBERG e della M-AUDIO...
(Steinberg UR22 MK2 & M-Audio M-Track Plus MkII)
siccome sono indeciso e vorrei un buon acquisto che possa essermi utile se volessi aggiungere strumenti live alla registrazione...
Aspetto delucidazioni su come fare, e nel caso sia opportuno, scriverò sul forum. Grazie in anticipo a tutti!
 
 
#25 Giuseppe 87 13-09-2016 21:00
togliamo il SICCOME... sorry
 
 
#26 Andrea 15-09-2016 09:14
Premessi molti dubbi sull'opportunità di usare un microfono via wireless (adatto immagino a contesti live), personalmente non ti so consigliare circa gli specifici modelli di schede citati, se non nel senso di prendere in esame caratteristiche e specifiche tecniche, partendo dai parametri fondamentali descritti nell'articolo e dalle tue esigenze (soprattutto in termini di I/O), e in base a questi effettuare un confronto.
Considera che Steinberg è di Yamaha, quindi ci sta che la tecnologia sia simile (anche se alcuni modelli saranno più recenti).
Per approfondire eventualmente usa il forum.
 
 
#27 Giovanellimarco 16-11-2016 15:05
moltto interrssante questa paggina mi e servito molto per la relazione pk domani ho il compito grz tnt
 
 
#28 Saverio 18-12-2016 00:00
Salve a tutti. Un pò di tempo fa ho acquistato una m-audio firewire 410 usata che ho provato un paio di volte collegata al mac, ma non ho mai registrato niente. La mia domanda è da inesperto ma mi piacerebbe sapere l'utilizzo delle 8 uscite analogiche. Grazie
 
 
#29 Andrea 19-12-2016 17:47
In ambito home recording probabilmente 8 uscite servono a poco.
In altri contesti ci possono essere vari utilizzi, ad esempio più ascolti...